Patanjali, la pratica Yoga e l’aspettare

“I will be waiting here….for your silence to break,
for your soul to shake, for your love to wake!”

“Aspetterò qui…finché tu rompa il silenzio,

la tua anima si muova e il tuo amore si svegli”

-Rumi-

 

 

“Aspettare” è il verbo che mi accompagna in questi giorni in cui si avvicina la nascita del bimbo che porto in grembo. E’ il verbo che mi guidato per gli ultimi nove mesi e che, a dire il vero, non mi era mai risultato troppo gradevole. Non sono mai stata brava ad aspettare, facilmente mi innervosisce, spinge la fretta e cambia l’umore. Questo in macchina, alla fermata dell’autobus, nel percorso verso un diploma o certificazione, con qualcuno in ritardo, nell’organizzazione di casa…eppure questa lunghissima attesa mi ha dischiuso intuizioni nuove, permesso di fare pace con essa e l’esperienza di “assaporare”. Prendo in prestito questo verbo dalla cucina, ‘sentire il gusto in bocca a lungo’, l’ho sperimentato anche nel primo incontro di Mindfulness MBSR, tenere in bocca una piccola uvetta ad occhi chiusi e assaggiare, non con le informazioni che già ha la nostra mente -mi piace o no, è dolce o amara- ma nella realtà di quel momento, quel preciso acino d’uva.

Ho ascoltato per nove mesi crescere dentro di me la persona che forse più di tutte mi cambierà la vita, era anche lui un piccolo acino d’uva e stentavo a sentirlo, se non per la voglia di riposare e lasciare che il corpo facesse ciò che sapeva, indipendentemente dalla mia mente. Si, ho sentito, soprattutto nei primi tre mesi di attesa, che il corpo ha davvero una propria sapienza fatta di Natura e Grazia insieme, ero partecipe e testimone di una meraviglia e con gratitudine ho lasciato che fosse il mio corpo a insegnarmi i primi gesti dell’attesa e dell’amore. Ho aspettato a dirlo ai miei genitori e amici, la prima ecografia, i primi movimenti, il conoscerci esplorandoci, di crescere, … e ora aspetto di incontrarlo.

 

L’attesa è stata quindi prima di tutto un tempo di ascolto, in cui affinare nuovi sensi, un tempo per sentire, partecipare, condividere la meraviglia, piangere, ridere, avere paura, imparare ad amare ogni giorno, sentirsi grata nel profondo, preoccuparsi, ringraziare, arrabbiarsi, rinunciare, chiedere, cambiare, toccare un sapere del corpo che passa per le voci delle donne, e molto altro ancora … tutto ciò sento che coincide con l’essere presente.

 yantra grembo

La pratica Yoga mi ha accompagnato in questo percorso permettendomi di tenere le radici a terra, di adattare le asana alle nuove sensazioni, di fare spazio nel corpo e nell’anima, di ascoltare i cambiamenti del respiro e la fatica, di arrivare qui con il mio bimbo oggi.

E mi ha permesso di domandarmi e cercare: nella pratica Yoga, qual è il nesso con l’aspettare?

“…Someone maybe waiting for a train, a bus or a boat and they will go on thinking if it is coming. The focus is on the object rather than just on the time.

But if there is a little shift done by you, then when you are waiting for something or somebody you will just wait for the moment- for Now. This is uniting with the time. This is Yoga. When you do this your mind is in the moment and you are waiting for nothing. However, you are still waiting. This adds a different quality to the consciousness. It sharpens the intellect and softens the heart. This is called the Yoga of action…”

Patanjali Yoga Sutras – commento di Sri Sri Ravi Shankar

 

Come descrive Patanjali lo Yoga dell’azione non è altro che essere presenti a ciò che si fa e vive, momento per momento. Si può aspettare il bus, il treno o la barca pensando a quando arriverà, focalizzandosi sul mezzo oppure si può attendere spostando la propria attenzione sul tempo e vivere ogni istante, ogni piccolo Ora. Questo cambio di prospettiva, questo aspettare coscientemente, dice Patanjali, è ciò che permette di affinare la mente e ammorbidire il cuore. E’ ciò che trasforma ogni istante in possibilità di far maturare in esso la pratica. La capacità di rimanere presenti e con il cuore aperto arriva con essa. Ci potrebbe sembrare che questo istante svanisca immediatamente, che sia solo un puntino, mentre è un immenso “qui ed ora”, è un istante dilatato dalla consapevolezza di essere. Questo è lo scopo della pratica Yoga: esserci, vivere con vitalità e profondità, ascoltare ciò che ci aspetta.

 

Ma Patanjali dice molto di più…continua domandandosi…come fare a mantenersi stabili, presenti? Come fare a continuare a praticare?

…“Without a gap, and with honour and respect”…

…”senza interruzioni, e con onore e rispetto”…

La pratica Yoga, come imparare a suonare uno strumento o una disciplina sportiva o studiare… richiede tempo, il non interrompere per lunghi periodi, dedizione, cura e rispetto. Tutto ciò implica sviluppare la capacità di attendere, di tenere il cuore aperto e la mente stabile. La pratica Yoga sorge dalla gratitudine, quando smettiamo di amare ciò che pratichiamo, di rispettare i nostri maestri, o cadiamo nell’abitudine, perdiamo l’essere e la vitalità che tornare al nostro tappetino ci restituisce.

Allora onoriamo il nostro corpo, le asana e il respiro che si muove in esse e se ci accorgiamo di aver perso la strada, come di esserci smarriti nei pensieri durante la meditazione, onoriamo anche questo istante prezioso che costruisce la nostra consapevolezza e scegliamo di tornare ad aspettare!

Nella pratica, come nella maternità, l’attesa non termina con un risultato, non succederà che ci sveglieremo yogi esperti o genitori un giorno, bensì muta durante ogni istante la qualità di presenza, vitalità, gratitudine, benessere, capacità di stare con quello che c’è momento per momento.

 

Om_CN_2,7K

Vi aspetto ad Ottobre a Genova e Chiavari con pratiche settimanali di Vinyasa Yoga per far vibrare i nostri corpi sui suoni del respiro.

 

 

Acroyoga teachers

[full_width_color]
[fancy_header type=”2″ subtitle=”Incontra il team”]Chi Siamo!?[/fancy_header]
[rnr_carousel animation=”fadeInUp”]
[rnr_carousel_item]
[team_member name=”Francesco Semino” role=”Founder” img=”http://acroseedsit.trasferimentiaruba.it/wp-content/uploads/2018/03/mini-_MG_4514.jpg” size=”3″]

Francesco Semino, Laureato in Scienze dello Spettacolo presso l’Università degli studi di Milano. Acroyoga level 2! 🙂 Dopo svariati anni di pratica yoga decide di frequentare il corso di formazione per insegnanti organizzato dalla Sivanandayoga-vedanta forest academy nel 2011. Nel contempo continua a coltivare la sua passione per le arti circensi e nell’anno accademico 2011/2012 segue il 2° corso universitario per le arti circensi applicate alle scienze motorie presso l’Università di Tor Vergata a Roma per completare la sua formazione in operatore circense. Per unire la passione per lo yoga e per le arti circensi si reca Montreal per seguire il corso di formazione per insegnanti di AcroYoga stile Montreal. Nell’estate 2013 consegue il corso di formazione insegnanti in Acroyoga a Barcellona, dove completa la formazione con il massaggio Thai (livello I con il Maestro Laurino) ed il volo terapeutico. Dal 2014 insegna regolarmente acroyoga e laboratori di circo presso Synergika ASD a Genova. Certificato livello II Acroyoga teacher in Messico nel 2105 con Acroyoga.org sta dedicando gran parte del suo tempo, studio e allenamento all’insegnamento delle Immersion!

Fa parte del Be Water team, in qualità di insegnante acroyoga, grafico e organizzatore.

Francesco Skills 🙂

[skill_bar percentage=”80″ title=”Base”]
[skill_bar percentage=”65″ title=”Flyer”]
[skill_bar percentage=”75″ title=”Verticali”]
[skill_bar percentage=”50″ title=”Thai Massage”]

Social Sharing Icons

[social icon=”email” url=”mailto:francesco@acroyoga.org”]

[social icon=”facebok” url=”www.facebook.com/semino.francesco]

[/team_member]

[/rnr_carousel_item]
[rnr_carousel_item]

[team_member name=”Valeria Maggiali” role=”Founder” img=”http://acroseedsit.trasferimentiaruba.it/wp-content/uploads/2018/03/valeportraitweb1.png” size=”3″]

Valeria Maggiali, nata a Genova, formatrice e psicodrammatista, si è sempre occupata di gruppi, in particolare di adolescenti e adulti, e creare per ciascuno creative ed originali, in quanto soggettive, possibilità di incontro e di espressione di sé. Arrivata all’AcroYoga se ne è subito innamorata, “qui corpo, respiro e creatività si giocano nella relazione con l’altro” e da allora si occupa di diffonderlo con passione, allenamento, ironia, studio e tanto divertimento! E’ insegnante AcroYoga Montreal di II livello (2013), massaggiatrice Thai I livello e Acroyoga.org II livello (Messico, 2015). Ha seguito vari corsi di meditazione mindfulness e pratica nella tradizione del maestro zen vietnamita, Thich Nath Hanh. Insegna Vinyasa Yoga (RYC 220h con Scuola Yoga Hari om, di cui fa parte del corpo insegnanti) in cui utilizza movimento e respiro come chiavi per costruire consapevolezza, umiltà, presenza, forza, equilibrio, e aprire il cuore all’amorevolezza gentile. Certificata livello II Acroyoga teacher con Acroyoga.org sta dedicando gran parte del suo tempo, studio e allenamento all’insegnamento delle Immersion!

Fa parte del Be Water team, in qualità di insegnante acroyoga, yoga, conduce le sessioni di meditazione; cuoca veg e gluten free gestisce e organizza la cucina.

Valeria’s Skills

[skill_bar percentage=”60″ title=”Base”]
[skill_bar percentage=”83″ title=”Flyer”]
[skill_bar percentage=”72″ title=”Verticali”]
[skill_bar percentage=”52″ title=”Thai Massage”]

[skill_bar percentage=”81″ title=”Yoga Vinyasa”]

Social Sharing Icons

[social icon=”email” url=”vmaggiali@gmail.com”]

[/team_member]

[/rnr_carousel_item]

 

[/rnr_carousel]

[/full_width_color]

[space height=”30″]

[center]

Alcuni centri in cui ci siamo formati:

[/center]
[clients_box][client logo=”http://www.acroitaliayoga.it/wp-content/uploads/2012/11/logoAY.jpg” url=”http://www.acroyoga.org” title=”Acroyoga Inc”][client logo=”http://www.acroitaliayoga.it/wp-content/uploads/2014/09/ACRO-YOGA-COM-1024×347.jpg” url=”http:www.acroyoga.com” title=”Acroyoga Montreal”][client logo=”http://acroseedsit.trasferimentiaruba.it/wp-content/uploads/2018/03/sivananda_yoga_logo.jpg” url=”www.sivananda.org” title=”Sivananda yoga vendanta”][client logo=”http://www.acroitaliayoga.it/wp-content/uploads/2014/09/SN_Logo.gif” url=”http://www.thaiyogamassage.infothai.com/” title=”Sunshine network”][/clients_box]

Vinyasa Yoga Genova

 

 

 

 

10 Vinyasa Yoga class GenovaOm_CN_2,7K

2.46 

L’asana deve avere la duplice qualità dell’attenzione e del rilassamento

2.47
Queste qualità si ottengono attraverso la conoscenza e l’osservazione delle reazioni del corpo e del respiro alle posizioni che costituiscono la pratica degli asana.
Una volta conosciute queste reazioni vengono gradualmente controllate

-Yoga Sutra di Patanjali-

10 Classi di Vinyasa Yoga che ci porteranno fino a Pasqua, periodo dell’anno in cui amo festeggiare il giorno del silenzio, le nostre piccole e grandi resurrezioni, l’aria frizzante della primavera e i suoi germogli.

18, 25 Gennaio: fare spazio al silenzio

Fare spazio al silenzio attraverso la pratica delle asana yoga implica il portare l’attenzione al respiro durante tutta la sequenza. Il Vinyasa Yoga è caratterizzato da dinamicità, fuoco, riscalda il corpo, sviluppa forza e flessibilità, ma ciò che rende possibile il movimento è la silenziosa connessione con il ritmo del proprio respiro. Respirare il proprio respiro è ciò che da dinamicità alla pratica. E nel silenzio dell’ascolto impariamo ad aprire la porta a tutto ciò che portiamo sul tappetino, a riconoscere dignità ad ogni posa che assume il nostro corpo. Ci scopriremo ogni giorno diversi nelle stesse asana, che a volte risulteranno semplici a volte faticose, e sapremo accogliere questa come segnale della nostra originale umanità.

1, 8, 15, 22 Febbraio

Un intero mese dedicato alle aperture all’indietro, le asana che ci permettono di indagare paura e apertura, forza e vulnerabilità. Esplorarle con il corpo ci permetterà di osservare la qualità della nostra apertura, la disponibilità del corpo a distendere e aprire la zona del cuore, di sperimentare la paura, di sentire o evitare il dolore, di andare dove la rigidità si oppone alla flessibilità. Le aperture all’indietro generano gioia, alleniamo sul tappetino quello che nel quotidiano è molto più difficile: aprirsi e offrirsi all’altro, allenando attenzione e rilassamento.

29 Febbraio

Yoga per un’occasione speciale, celebreremo con la pratica un giorno che appare ogni 4 anni sui nostri calendari, il tema sarà l’equilibrio e la gioia incontenibile del cuore, che nasce dal sentirsi radicati e nello stesso tempo il vento del respiro scorrere tra i propri rami.

7,14 Marzo

La pratica delle asana avanza, diventiamo capaci di aumentare il tempo di esercizio in connessione col respiro, di conoscere e osservare le reazioni del corpo ad ogni asana e di amare ciascuna di esse, come ogni piccolo o grande apprendimento su di sé. Torniamo al silenzio, lo spazio in cui percepiamo “la gentilezza dell’universo”.

21 Marzo

Pratica di Yin Yoga per celebrare la primavera e con essa piantare i semi che abbiamo scaldato attraverso la pratica. Meditazione dell’equinozio.

“Il silenzio è la gentilezza dell’universo”
Abdelmajid Benjelloun

10 Classi di Vinyasa Yoga, Lunedì 20.00-21.30 presso Studio Bioenergetica e Mndfulness Via I. Frugone 15/2 Genova posti limitati

per iscrizioni: valeria@acroseedsit.trasferimentiaruba.it

è possibile partecipare  classi singole, anche a corso iniziato!

 

ACROYOGA ELEMENTAL IMMERSION ITALY

With Julia Weiss – Francesco Semino – Valeria Semino

Facebook event link!

Join us for a residential acroyoga elemental immersion where you can go deeply in the acroyoga practice without thinking about anything else!

 

 

The Elemental Immersion introduces the full spectrum practice of AcroYoga in a safe, supportive atmosphere. The mindfulness of yoga creates a steady foundation from which to explore the power of Acrobatics and the loving-kindness of Thai Massage. The interplay of all three disciplines will empower everyone to embody the practice with grace, ease, and joy.
Why join this immersion:
• 5 days residential
• is open to all levels of practitioners, no partner needed.
• You will learning the foundation of the practice
• You will leran in a safe and joyful enviroment.
• You will learn tool for share the practice in your community in a powerful way
• Build community with local and international students

Skills covered:
Lunar & Solar Asana
Supine & Prone Thai Massage
Forward & Backward Therapeutic
Basing, Flying, and Spotting
Inversions & Acrobatic Training Techniques
Flying transitions

+ The full 30 hours fullfill a prerequisite for the AcroYoga Teacher Training

VENUE:
On the top of a Umbria’s hill, facing the Orvieto Rock and his Duomo.
The farmhouse is surrounded by 100 hectares of land, part of forest, and part of olive trees and vineyard, everything biological, with an oil mill where is produced a biological olive oil that has been charted as one of the best 10 olive oil in the world!!!
For a real immersion in Acro Yoga and Thai Massage it could not miss a pool…
Open space for relax, meditate or just acrobatic game…

All the meals will be vegeterian with vegan option.
There is free wifi and regular mobile connection.

More info:
www.bewater.love

PRICES & REGISTRATION: COMING SOON!
Register early to take advantage of discounted prices *
Full 5 days

ABOUT THE TEACHERS:
Julia Weis

Julia became a yoga addict more than 12 years ago in 2000. With the support of her first teacher, she completed a 500h teacher training at Yoga Vidya (2004). While studying German and Biology at university in Karlsruhe, she continued her devotion to yoga and philosophy. In 2005, she became an Ayurvedic massage therapist (Yoga Vidya) and continued her movement studies by becoming an AcroYoga teacher (2008) and a Thai massage therapist (2009).
An avid cook, dancer, and curious explorer, Julia is always interested in learning more about the love within to better understand the world around her. From the yoga mat to the massage mat, from the heart to the hands and speech, Julia believes in the sacred connection of the heart and breath to the moment to deliver her where she needs to be.
Strengthen your roots and spread your wings…
Today, Julia travels the world to facilitate the unfolding of people’s full potential by teaching classes, workshops, trainings in yoga, Thai massage and interpersonal relation ships.

Francesco Semino
born in Genoa (Italy), Acroyoga level 2 teacher, graduated in Performing Arts at the Milan University. Sivananda-vedanta Yoga Teacher since 2011 after many years of practice. Circus trainer certified by Tor Vergata University in Rome, he loves to make children and adults laughing and playing. He found in AcroYoga the way to unify yoga consciousness with circus arts. Francesco is also certified in AcroYoga Montreal.

Valeria Semino,
Acroyoga level 2 teacher, trainer and psychodramatist born in Genoa (Italy). She works with groups: adults, cultures and especially with teenagers dropping out from school. She loves to find ways to create encounter possibilities for everybody from the “place” where they are and to facilitate everyone’s true personal expressions. She felt in love with Asthanga Yoga and suddenly with AcroYoga where body, heart and breath are the encounter places building up creative relationships. Certified teacher by AcroYoga Montreal in 2012, since then she’s engaged in spreading the joy and the love of Acroyoga with passion, training and irony and fun!

Price summuray

early bird before or within 1st july 420€
after 1st july 520€
Cancellations 14 or more days prior to start of an event will be issued a refund less an administrative fee of €50.

This is the for price for the immersion. Get ready to pay cash at your arrival the accommodation, thank you 🙂

Accomodation

camping 175€
shared room 250€
double room 375€
double bed shared room 225€ (please insert your partner name in the comment!)

 

For example if you choose camping option the cost is 420+175= 595€ all inclusive 🙂

 

 

Yoga e riflessioni di fine anno

Presenza e assenza, pieno e vuoto

“Mi sono rimpicciolito al di là dell’atomo più piccolo,

espanso oltre l’ultima stella.

Tutto ciò che rimane di Rumi è soltanto,

questo giardino che ride con la frutta.”

(Jalal al-Din Rumi)

 

Tempo di attesa quello dell’arrivo del Natale, dolce e nello stesso tempo frenetica attesa, in cui si sperimenta il pieno in tutte le sue neutre declinazioni: colmo, zeppo, stipato, carico, riempito, gonfio, imbottito, occupato, affollato, gremito, traboccante, straripante, esaurito, folto, ricco, costellato, sazio, rimpinzato, pervaso, invaso, denso, compatto, massiccio, completo, compiuto, intero, totale, maturo, corposo, pienezza… parole scelte dal dizionario dei sinonimi.

Al pieno siamo abituati, ad esso solitamente facciamo corrispondere la presenza, o meglio, l’ essere presenti. E, più che mai in questo periodo, fare un presente o un regalo è non lasciare spazio all’insoddisfazione, è riempire tutto lo spazio delle necessità, anticipare i bisogni o crearli, è non dimenticarsi nessuno perché altrimenti è come non esserci stati…il nostro pieno si muove proprio come la piena del fiume…corre e trasporta, viene trasportato dagli argini e, scrivendo mi accorgo che il paradosso è che raggiunge il culmine della pienezza quando si svuota nel mare, nell’immenso del mare.

“Ho saputo da me che per scrivere bisogna stare sgomberi, sfrattati, come alloggi in cui arrivano le storie, a carovane zingare in cerca dello spazio di nessuno.”

 

            E’ un periodo strano quello del Natale e ancora di più il ritmo lento che viene subito dopo e che ci porta fino a Capodanno…sento la nostalgia di quando ero bambina e aspettavo davvero con desiderio, che un tale, Babbo Natale scegliesse un regalo per me…quest’anno ho avuto la gioia di festeggiarlo con i miei nipotini e di seguire la loro gioia attraverso tutte le storie che accompagnano attesa e desiderio.

E’ un periodo in cui, per come sappiamo e riusciamo, ognuno di noi cerca di essere presente per qualcuno, per chi porta nel cuore, e in cui le assenze bruciano più forte, in particolare, quando si avverte la rara e preziosa consapevolezza della nostra assenza.

            L’assenza, il vuoto, che spesso confondiamo col non esserci, è la sensazione che si prova sulla cima di una montagna, quando lo sguardo si perde e ci si sente piccoli rispetto alla grandezza della natura, è galleggiare nel mare e sentirsi leggeri come nuvole e piccoli come pesciolini, è avere fame e desiderare un gusto che non riusciamo a far tornare alle nostre labbra, è sentirsi meno, quando ci rinchiudiamo in uno spazio angusto perché rispetto al nostro parametro di perfezione “non siamo abbastanza”… mentre riempire il vuoto è l’imperativo della nostra società, essere efficienti, attivi, presenti, pieni, avere successo.

Nella Mindfulness l’assenza permette di riconoscere e tornare alla presenza, è, forse, il momento più prezioso, in cui costruiamo e alleniamo la consapevolezza.

12373439_10153954570416178_6542095236245884120_nLa mindfulness e la bioenergetica mi hanno insegnato ad apprezzare il vuoto, per me il momento in cui lascio spazio al sentire.
Nello Yoga il vuoto lo si sperimenta nella perdita del contatto con il respiro, nelle pause naturali del respiro, quando ci si permette di aggiustare la postura, tornare indietro, prendere le misure, ascoltare il corpo e tornare presente.

Dal 18 Gennaio 2016 riprendono le master class di Vinyasa Yoga a Genova e la prima pratica di 10 pratiche che ci condurranno fino a Pasqua, tempo di rinascita, del nuovo anno, sarà proprio “Muoversi col respiro tra pieno e vuoto”, ogni pratica yoga è in realtà un continuo fluire tra presenza e assenza, qui esploreremo ogni asana attraverso queste lenti, per imparare a permettersi di stare dentro al pieno e dentro al vuoto senza giudizio, di gustare assenza e presenza per ciò che sono, senza aggiungerci il peso dei nostri pensieri.

Inizio un nuovo anno e l’avventura di essere madre, che vivo come fare il vuoto perché qualcun altro lo possa riempire, lasciare spazio ad una nuova vita che cresce e la tentazione di riempire già ogni suo messaggio di presenza.

Ed ecco gli auguri di Acroseeds per il nuovo anno, che possiamo fare un po’ di vuoto ogni giorno e che sia questa l’esperienza di fare il presente, lasciare spazio alla scoperta curiosa di ciò che siamo con le sfumature di ogni giorno.

 12369212_10153954570481178_6137618050936661632_n“… E’ necessario che l’offerta materna della presenza lasci spazio anche alla sua assenza…è questa la condizione a fondamento della creatività e della sublimazione: solo se si apre il vuoto, solo se si sperimenta e simbolizza la perdita dell’oggetto- l’assenza della madre- diventa possibile il gesto creativo…”

“… E’ quello che deve poter sperimentare l’amato che ritorna dalla sua amata dopo un viaggio: Ti sono mancato?(…) Sono stato presente in te seppur nella forma della mia assenza?(…) La mia vita sa renderti mancante, ha un posto insostituibile in te?…”

“… Amare è dare all’altro quello che non si ha (…) è sempre dono di ciò che non abbiamo, di ciò che radicalmente manca a noi stessi”

da Massimo Recalcati, Le mani della madre”

 

per iscriverti alle classi clicca sul link:

vinyasa yoga genova

 

AcroYoga newsletter Happy new year!

I nostri auguri, updates e tutti gli eventi Acroyoga e Thai massage in Italia organizzati da Acroseeds e Be water team nel prossimo anno…check it out!

new solar e elemental immersion in Italia! Siamo finalmente insegnanti AY certificati secondo livello!

www.acroyoga.org

Ecco nostri auguri:

La nostra ferma intenzione e auguri per il nuovo anno sono…

di continuare ad assaporare il gusto di ogni relazione,

concedendoci il tempo di sostare in esse,

con tutto il nostro cuore, mente, corpo, anima, pensieri, mani, paure, emozioni…

Valeria & Francesco

 

Click here to download

Tanti acroauguri!

Christmas time, a period of the year dedicated to give and receive…I’m realizing that every year I’m slowing down: less presents, less hurry, less money expense, less food, less worry, less precision, less talking and I’m getting more present, more devoted to the meaning of giving and receiving.

I’ve been a “giver freak”, my presents were always so perfectly associated to the receivers, I was surprising them with my care and dedication. I always enjoyed it so much, thinking the best present and waiting for my friends opening it.

One day I’ve been asked: “why do you need to make me a present? Why so beautiful, I cannot even effort to give back to you something similar, I’ll be embarrassed and always feeling “less” compared to what you gift me”. I was shocked, before that I’ve always thought to make presents for the pleasure of  giving, for the pleasure of my friends…

That person made me changing point of view, I went home with sadness and that new question in my mind…why?

I realized that sometimes a present replaces presence, that perfection tries to make a patch to cover all the big or little holes, the times we missed the other in our relationships.

I’m getting less and slow, I’m getting present in the present…not necessarily with a perfect gift, but with all my limitations and treasures.

I still like to make something special, I love surprises and I found myself delighted in receiving it for the first times…I was too busy in judging the gap between my present and the one of my friends.

My suggestion for the new year and strongly intention is to continue tasting the pleasure of each relationship, giving ourselves the time to stay in it with all our heart, mind, body, soul, voice, thoughts, hands, fears, emotions…”

” Come la primavera è la mia gioia,
tanto calda da far sbocciare fiori su ogni sentiero della vita…
Chiamatemi con i miei veri nomi,
ve ne prego, così potrò svegliarmi,
e la porta del cuore resterà spalancata:
la porta della compassione.”
(Thich Nath Hanh)
 
Tantissimi acroauguri e che ci siano tanti giorni da festeggiare, non per eventi speciali, ma perché possiamo sentire e celebrare le piccole e grandi gioie del quotidiano!
 
Con affetto,
Valeria e Francesco
 l'onda2

Acroyoga solar Immersion @ Bewater – orvieto

ITALIAN SOLAR IMMERSION @ BeWater

with Chris Loebsack & Jacob Handwerker

May 20 to 25, 2016

Francesco and Valeria Semino from Genova and Brian Davis from the States will be joining the teaching team and support you on this incredible journey.

Get ready to push past your own personal limits in a fun and safe environment!

The Solar Immersion empowers you to realize your infinite potential through the powerful embodiment of acrobatic

partnership. Linear progressions and an emphasis on the art of spotting make learning advanced acrobatics safe, accessible, and fun.

Confidence and coordination are developed in strength training and inversions, which pave the way for ease and grace in partner acrobatics. After refining foundations, we will train more precise acrobatic work, such as foot-to-hand, hand-to-hand and standing acrobatics.

REQUIREMENTS:
Check out the Pre-Req Video: http://youtu.be/nUxIyCJrOtQ

…and if you are not sure if you are ready, just ask us and we support you and find a way to get you ready!

SKILLS COVERED
– Solar AcroYoga Asana sequence.
– Strength training elements to make your body smarter and stronger.
– Alignment, balance and endurance in inversions
– advanced Spotting techniques
– double base explorations and pops
– foot-to-hand, hand-to-hand & standing acrobatics

DAILY SCHEDULE

8 to 9 Asana
9 to 10AM Breakfast
10:30 to 13:00 AM training

13:00 Lunch

16:00 to 19:00 PM training
19:30 Dinner

20:30 Special events some nights

LOCATION:

BeWater Retreat Center
Orvieto, Italy

INVESTMENT:

Yoga Fee:
Early bird 495 euros before April 8th.
Full Price 595 euros

Lodging Fees per person for 5 nights at BeWater:

Tent Camping: 175 euros

Single Bed in a Shared Dorm Room: 250 euros

The following two options are for two people who want/willing to share a bed:

Double bed in a Shared Dorm Room: 225 euros
Private Double Room: 375 euros

*This is a residential Immersion, which means food & accommodation are included in the price. After you book the Yoga Tuition you will be sent a form to pick your housing option and complete your registration and housing payment.

Cancellation Policy *
Cancel before April 20th, 2016 and you will receive a full refund minus a 50 euro processing fee. Cancel between April 21st and May 1st, 2016 and you will receive a 50% refund. After May 1st no refunds are possible.

Location: http://www.bewater.love/ –

See more

 

[rev_slider orvieto]

 

Bologna, 24 gennaio 2016 Acroyoga workshop

Benvenuti al nuovo evento acroyogico in città 🙂

tenuto da Acroseeds: Valeria Maggiali e Francesco Semino, insegnanti certificati Yoga e AcroYoga, sia dalla scuola di Montreal (www.acroyoga.com) che dalla più conosciuta acroyoga.org. In continua formazione per offrire sempre workshop di alta qualità. Genovesi, diffondono con passione l’acroyoga da tempo in giro per l’Italia e l’Europa. La loro prossima meta è la conquista della Nuova Zelanda ;-). Gli piace guardare il mondo a testa in giù e sperimentare nuovi equilibri.
Dicono di noi: “mi avete contagiato!”, “come mai non l’ho scoperto prima?!”, “mi trasferisco a Genova!”, ”non avevo mai fatto la verticale così!!!”

L’AcroYoga unisce concetti acrobatici con la consapevolezza del respiro e del corpo propria dello yoga. “Stare nel momento presente” e in equilibrio con un’altra persona costituisce l’essenza dell’AcroYoga.

Il workshop presenta i fondamenti base dell’AcroYoga e del Thai massage. Permetterà a ciascuno di sperimentare gioco, respiro, forza ed equilibrio in relazione con gli altri.

Programma:
Solar asana & core
hanstands e inversioni
acroyoga fundamentals
transizioni e washing machine
i principi del thai flying
breve massaggio thai a terra

Aperto a tutti i livelli, la pratica verrà adattata al livello del gruppo.

E’ necessaria prenotazione!

Per vedere chi siamo e cosa facciamo: www.acroseeds.it
http://acroseedsit.trasferimentiaruba.it/acroyoga-teacher/ ‎

per iscrizioni:
stefano:
340 5369319
acroyogacrew@gmail.com

oppure prenota il tuo posto al volo:

 

[contact-form-7 id=”773″ title=”iscrizione”]

Como 20 dic 2015! Acroyoga workshop

Finalmente a Como un Workshop di Acro Yoga!!!

Unisiciti all’evento facebook:
https://www.facebook.com/events/1077723355580398/
5 ore di immersione totale nel mondo dell’acro yoga sotto la guida di due insegnanti d’eccezione.: Francesco Semino e Valeria Maggiali.
Il workshop si svolgera’ Domenica 20 Dicembre 2015 presso la scuola di danza Studio D, un ambiente perfettamente attrezzato e curato.
Per partecipare e’ necessario avere una conoscenza di base nelle discipline dello Yoga, Danza o Acrobatica .
Numero minimo richiesto per confermare il workshop: 10 partecipanti.
Numero massimo: 20 partecipanti.
Pre registrazione da fare ENTRO e NON OLTRE il 30 Novembre 2015 versando un acconto di Euro 15 che vi garantisce il posto.
L’acconto verra’ rimborsato nel caso il workshop venisse annullato.
Con un numero di 10 partecipenti il prezzo e’ di 35 Euro a persona
Con 20 partecipanti il prezzo e’ di 20 Euro a persona
Versamento su Carta POSTEPAY 4023 6009 0755 2246 intestata a Emanuela Romano C.F. RMN MNL 66H66 C933T.
IMPORTANTE INVIARE LA COPIA DELLA RICEVUTA DI PAGAMENTO a manueromanogmail.com. specificando il vostro nome e cognome e recapito telefonico.

E’ davvero un’occasione imperdibile per avvicinarsi a questa fantastica disciplina per cui non esitate ed ISCRIVETEVI!

 

Save your SPot! Prenotati!

[contact-form-7 id=”773″ title=”iscrizione”]

L’INSEGNANTE
Francesco Semino, nato a Genova e laureato in Scienze dello Spettacolo presso l’universtià degli studi di Milano. Dopo svariati anni di pratica yoga decide di frequentare il corso di formazione per insegnanti organizzato dalla Sivanandayoga-vedanta forest academy nel 2011. Nel contempo continua a coltivare la sua passione per le arti circensi e nell’anno accademico 2011/2012 segue il 2° corso universitario per le arti circensi applicate alle scienze motorie presso l’Università di Tor Vergata a Roma per completare la sua formazione in operatore circense. Per unire la passione per lo yoga e per le arti circensi si reca a Montreal per seguire il corso di formazione per insegnanti di AcroYoga stile Montreal. Nell’estate 2013 consegue il corso di formazione insegnanti in Acroyoga a Barcellona, dove completa la formazione con il massaggio Thai ed il volo terapeutico.

marco5